Via del Quadraro 102, 00174 Roma Italia
+39 06 42014109
+39 06 420000442

Ospiti

Creativi, esperti, manager, performer, politici, studiosi

 

ANTONI ABAD
Antoni Abad (Lleida, 1956 con sede a Barcellona). Si è laureato in Storia dell’Arte presso l’Università di Barcellona (1979) e ha preso un European Media Master all’Università Pompeu Fabra (1997). Ha iniziato la sua carriera come scultore nel 1979, e dal 1993 ha concentrato la sua attività artistica sulla fotografia, sul video e, infine, su progetti specifici per il web. Dal 1994 la sua attività si è concentrata verso progetti di comunicazione online permettendo di dare voce attraverso telefoni cellulari a gruppi a rischio di esclusione, dall’Europa al Nord Africa e America. Ha esposto in prestigiosi musei e Festival internazionali come: Centro de Arte Reina Sofía, Madrid, 1997 e 2008; Museo de Arte Moderno di Buenos Aires, 1999; ZKM, Karlsruhe, in Germania, il 1999 e il 2008; Biennale di Venezia, 1999; New Museum of Contemporary Art, New York, 2001; Museu d’Art Contemporani di Barcellona, 2003 e 2014; PS1, New York, 2003, fra i molti. Ha vinto Visual Arts National Prize del Governo della Catalogna e la Golden Nica Digital Communities del Prix Ars Electronica, Linz, 2006. www.megafone.net.
Antoni-Abad2

SEAN CUBITT
È il vice capo del Dipartimento Media and Communication e tutor del programma del dottorato in Media e Comunicazione all’Università di Londra. I suoi campi di interesse sono la storia delle tecnologie visive, la storia della media art e le relazioni tra la critica ambientale e post-coloniale del cinema e dei media, tre linee che convergono intorno all’economia politica della globalizzazione e dell’estetica. Fa parte del comitato editoriale di numerose riviste, tra cui “Screen”, “Cultural Politics”, “Animation”, “International Journal of Cultural Politics”, “Visual Communications”, “Futures”, “Time and Society”, “Fibreculture”, “MIRAJ and The New Review of Film and Television Studies ed è redattore per Leonardo Books, MIT Press.
Sean-Cubitt

BRUNO DI MARINO
Bruno Di Marino (Salerno 1966) è uno studioso dell’immagine in movimento, specializzato in particolare in sperimentazione audiovisiva, nuovi media e rapporti tra il cinema e gli altri ambiti artistici (arti visive, design, architettura, fotografia, musica). Nel 1993 ha fondato l’archivio audiovisivo del Museo Laboratorio di Arte Contemporanea, di cui è stato responsabile fino al 2001. Dal 1990 tiene corsi, workshop e conferenze in numerose università e accademie di belle arti in Italia e all’estero. Ha diretto diversi festival specializzati.
Bruno-Di-Marino
ALISON DRIVER
È la responsabile per la sezione Arts del British Council in Italia, l’ente culturale britannico. Ha una laurea in Inglese e Psicologia e un MSc in Knowledge Management. Abita da 20 anni in Italia e si sente a casa a Roma.
Alison-Driver
DARIO EVOLA
È nato a Palermo nel 1958. Laureato al Dams di Bologna nel 1981, ha conseguito il dottorato di ricerca presso l’Università “La Sapienza” di Roma nel 1988. Insegna Estetica presso L’Accademia di Belle Arti di Roma. Ha collaborato con università e teatri a Palermo, Firenze, Macerata, Roma, e con la Rai. È stato fra i promotori del teatro sperimentale e della ricerca video negli anni 80. Ha curato mostre internazionali sull’arte elettronica. Collabora a quotidiani e periodici. Ha pubblicato saggi e volumi sul cinema, sul teatro, sui rapporti fra arte e tecnologia, e sull’estetica. Membro della società Italiana di Estetica. Attualmente lavora sulla ricerca dell’arte nel Novecento e partecipa a progetti di ricerca di ateneo presso Sapienza università di Roma.
Dario-Evola

FRANCESCA GALLO
Dopo la Laurea in Lettere moderne con indirizzo storico-artistico, si diploma alla Scuola di Specializzazione in Storia dell’arte medievale e moderna della Sapienza. Negli anni 2000-2001 è curatore per i musei e le mostre delle Gallerie Civiche d’Arte Contemporanea di Ferrara/Palazzo dei Diamanti. Dedica il dottorato di ricerca in storia dell’arte alla mostra Les Immatériaux (centre Pompidou 1985) e alle frequentazioni artistiche del curatore, il filosofo Jean-François Lyotard. Da dicembre 2011 è Ricercatore di Storia dell’arte contemporanea. Attualmente si occupa di ricerche artistiche nel contesto del dibattito critico e del sistema dell’arte, di new media art e di pratiche artistiche postcoloniali, relativamente al Mediterraneo.
Francesca-Gallo

MARCO MARIA GAZZANO
Nato a Torino nel 1954, è studioso di arti elettroniche e teorie dell’intermedialità. Dal 2003 è professore di Cinema all’Università degli Studi Roma Tre. Ha insegnato nelle Università di Torino, Roma e Urbino. È stato direttore del VidéoArt Festival di Locarno (Svizzera) e, a Roma, di “Arte & Comunicazione. Biennale internazionale delle arti elettroniche, della televisione di qualità, dell’editoria multimediale”. Curatore di numerosi convegni scientifici, ha presentato in Europa molti artisti. Autore di programmi per RaiSat, ha ideato e diretto il canale tv satellitare europeo ArsTv Network per conto della Commissione europea e di Eutelsat. Dal 1992 al 1995 ha rappresentato l’Italia nel Programma Media 1 per il sostegno alle cinematografie delle regioni e dei piccoli paesi europei. Dal 2002 al 2012 ha curato, con il patrocinio della Fao, il progetto espositivo internazionale Torre della Pace. Le strategie dell’arte contro le strategie della violenza.
Marco-Maria-Gazzano

SALVATORE IACONESI
Salvatore è un artista, hacker e interaction designer. È un TED Fellow (2012), Eisenhower Fellow (dal 2013), Yale mondiale Fellow (2014) e insegna Interaction Design e Digital Design presso Sapienza Università di Roma, presso l’ISIA di design di Firenze, la RUFA, Roma Università di Belle Arti e presso lo IED, Istituto Europeo di Design di Roma. Salvatore ha una vasta esperienza nei settori del design strategico, esperti e sistemi di supporto alle decisioni, gestione della conoscenza e sistemi di condivisione, di piattaforme tecnologiche per le comunità multiculturali, tecnologie ubique, esperienze interattive e processi di innovazione.
Salvatore-Iaconesi

LAURA LEUZZI
Ricercatrice postdoc dei progetti di ricerca, finanziati dall’Arts and Humanities Research Council, REWINDItalia Artists’ Video in Italy in 70s and 80s (Duncan of Jordanstone College of Art & Design, Università di Dundee, Scozia), e EWVA – EuropeanWomen’s Video Art in the 70s and 80s (DJCAD, UoD). Autrice di articoli e testi in cataloghi di mostre, focalizza la sua ricerca sulla relazione tra immagine e parola. Nel 2008 ha curato la mostra Artefacta e le Biennali del Mondosul progetto Artefacta, piattaforma web di video documentazione della 52ª Biennale d’arte di Venezia. Ha curato con Emanuele Sbardella il ciclo di reenactmentdi performance (dieciluglioduemilaotto). Ha curato con Lisa Pedicino il video progetto Unter de HimmelvoZüri su integrazione culturale e immigrazione, presentato a Expotranskultur 2014, GZ Affoltern (Zurigo).
Laura-Leuzzi

GIOVANNA MARINELLI
Laureata in Lettere Moderne con specializzazione in Storia del Teatro e dello Spettacolo presso Sapienza Università di Roma, è stata funzionario dell’Ente Teatrale Italiano dal 1996 al 2001. Sino al 2008 ha diretto il Dipartimento Cultura del Comune di Roma e poi il Teatro di Roma fino al 2010. Dal 2011 ha assunto diversi incarichi in ambito culturale (consulente organizzativo del Teatro Quirino, membro del premio nazionale della Arti e componente della Commissione Consultiva per il Teatro del Ministero per i Beni e le attività Culturali ecc.). Nel 2012 è nominata cavaliere de “L’Ordre National de la Légion d’Honneur”.
Giovanna-Marinelli

PAOLO MASINI
Nato a Roma nel 1964, inizia il suo impegno civico nel volontariato cattolico. Dopo una lunga esperienza nel Municipio XII (ex XVI), nel 2006 approda in Consiglio comunale, dove si occupa di legalità, scuola, sociale, cultura e Memoria. Rieletto nel 2008, diventa vice presidente della Commissione Scuola. Nel corso della sua attività politica e istituzionale è promotore di buone pratiche di sensibilizzazione e di impegno nel sociale, come il “Calciosociale”, il “Premio Monteverde Pasolini”, la campagna “I Libri spediamoli a scuola”, il premio “Pio La Torre” e la “Delibera sulla donazione degli organi”. Il suo impegno in consiglio comunale per la trasparenza e il buongoverno della pubblica amministrazione porta all’inserimento del Codice Etico nello Statuto di Roma Capitale.
Paolo-Masini

GIOVANNA MELANDRI
Giovanna Melandri (New York, 1962) è una politica ed economista italiana, già deputato dal 1994 al 2012, nonché ministro in tre governi della Repubblica. Dal marzo 2012 è fondatrice e presidente di Human Foundation che promuove un nuovo modello di economia sociale a sostegno dell’impresa e della finanza sociale in Italia, nel cui Advisory Board siedono tra gli altri Muhammad Yunus, Jacques Attali, John Podesta, Gunter Pauli, Bunker Roy, Stefano Zamagni, Massimo Recalcati, Enrico Giovannini, Aldo Bonomi. Nell’ottobre del 2012 è stata nominata dal Ministro per i beni e le attività culturali, presidente della “Fondazione MAXXI – Museo nazionale delle Arti del XXI secolo”, assumendone la guida anche con funzioni esecutive.
Giovanna-Melandri
 

ALFONSO MOLINA
È professore di Strategie delle Tecnologie all’Università di Edimburgo, co-creatore e direttore scientifico della Fondazione Mondo Digitale. Conduce da diversi anni attività teoriche e pratiche per sviluppare ambienti e piattaforme integrate, che includano teorie accademiche, strumenti di applicazione pratica e progetti su diversi temi (innovazione sociale e tecnologica, cluster multi-settoriali per lo sviluppo locale, innovazione didattica). È autore della teoria originale “Sociotechnical Constituencies” sulla natura e dinamica dei processi di innovazione. Ha collaborato con la Commissione europea come consigliere e consulente e con i Comuni di Roma, Stoccolma e Edimburgo. Ha ideato la strategia originale del Global Cities Dialogue. È stato presidente di diverse giurie internazionali. È l’ideatore del primo ambiente d’innovazione sociale virtuale Phyrtual.org e della prima Palestra dell’Innovazione.

Alfonso-Molina-Maf
 

FRANCESCO MUZZIOLI
Si è laureato nel 1971 in Lettere con una tesi sulla poesia sperimentale italiana presso Sapienza Università di Roma dove è attualmente professore associato di critica letteraria e letterature comparate. Dopo un lungo periodo di attività didattica nell’ambito della Letteratura italiana moderna e contemporanea, si è dedicato all’insegnamento della Teoria della letteratura. Ha svolto la propria ricerca nel campo della teoria della letteratura, della critica letteraria e della letteratura comparata. È autore di numerosi volumi di critica. Si è occupato di letteratura fantastica e dell’allegoria, con un’attenzione particolare al suo lato più cupo e frequentato dalla contemporaneità letteraria, quello della distopia (l’immaginazione del futuro peggiorato e declinante verso l’esito catastrofico della fine del mondo).

Francesco-Muzzioli
 

ROC PARÉS
Roc Parés i Burgues (Messico, DF, 1968) artista e ricercatore nel campo della comunicazione interattiva, vive e lavora in Catalogna dal 1983. Dottore in Comunicazione Audiovisiva presso l’Universitat Pompeu Fabra (2001) e Bachelor of Fine Art all’Università di Barcellona (1992). Le sue opere sono state presentate presso il Centro de Cultura Contemporánea de Barcelona, il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofía di Madrid, il Centro Cultural de Belém, la Tate Gallery di Londra, l’Art Gallery of Ontario, al National Museum di Fotografia, Cinema and Television in Bradford, Brandts Danmark di Odense, e il Centro Cultural de España in Messico. È docente presso il Dipartimento di Comunicazione e ricercatore presso l’DigiDoc Interactive Communications Group nell’Universitat Pompeu Fabra. Attualmente co-dirige il Master Universitario in Digital Arts (Muad) ed è lecturer per il master in Sistemi Cognitivi e Media Interattivi (CSIM), entrambi all’Universidad Pompeu Fabra di Barcellona.

Roc-Pares
 

STEPHEN PARTRIDGE
Artista, ricercatore, accademico e direttore dei progetti di ricerca Rewind, Artists’ Video in the 70s and 80s e REWINDItaliaArtists’ Video in Italy in 70s and 80s (Duncan of Jordanstone College of Art & Design, Università di Dundee), entrambi finanziati dall’Arts and Humanities Research Council. È Co-Investigator del progetto EWVA–European Women’s Video Art in the 70s and 80s (DJCAD, UoD), anch’esso finanziato dall’AHRC. Negli anni Settanta ha partecipato a esposizioni storiche di video arte e, negli anni Ottanta e Novanta, a numerose mostre e ha prodotto trasmissioni innovative per Channel 4 e la BBC. Ha curato numerose esposizioni di video arte. Dal 1975, ha tenuto corsi e conferenze in numerose accademie d’arte, e ha fondato la School of Television & Imaging al DJCAD. È professore ordinario di Media Art e Prorettore alla Ricerca presso il DJCAD.

Stephen-Partridge
 

VALENTINA RAVAGLIA
È assistente curatrice alla Tate Modern di Londra, dove dal 2012 si occupa delle gallerie dedicate alla Collezione. Ha completato il Master of Fine Arts in Curating della Goldsmiths, University of London nel 2009 ed è attualmente dottoranda presso la Birkbeck, University of London (ex London Consortium) con un progetto di ricerca sulle mostre d’arte contemporanea ed altre pratiche curatoriali come piattaforme di riflessione sulle possibilità e i limiti del sapere.

Ravaglia
 

ELAINE SHEMILT
Ricercatrice e artista, è particolarmente conosciuta per i suoi lavori a stampa e incisione. È direttrice del progetto di ricerca EWVA – EuropeanWomen’s Video Art in the 70s and 80s (Duncan of Jordanstone College of Art & Design, Università di Dundee), finanziato dall’Arts and Humanities Research Council. Si è laureata alla Winchester School of Art e al Royal College of Art e ha esposto in molti paesi. È una pioniera della videoarte e della installazione multimediale insieme alla sua amica e collega Helen Chadwick, che la selezionò per l’Hayward Annual nel 1979. Ha fondato il Dipartimento di Incisione della Scuola di Belle Arti del DJCAD (Università di Dundee). È Professore ordinario di Incisione e membro della Society of Scottish Artists. È stata nominata membro della Royal Society of Arts nel 2000 e della Royal Geographical Society nel 2009. Nel 2002 è stata nominata Shackleton Scholar e ha ricevuto la borsa Carnegie. È membro del South Georgia Heritage Trust, fondato per promuovere la protezione ambientalistica e il risanamento dell’habitat dell’Atlantico meridionale.

ELAINE SHEMILT